Territori intrecciati: a Roma, va in scena l’arte africana

mostra Roma

Fotografie, dipinti e suggestioni: l’arte tocca le corde dell’anima passando dalle pennellate intense di Michael Tsegaye e Engdaget Legesse, di nazionalità etiope. I loro interessanti progetti sono ora esposti a Roma all’interno della Galleria Mizar, attenta alle nuove influenze in tema artistico e culturale. Con “Territori intrecciati. Al di là del mare” è l’Africa a farla da padrone, da sempre fucina di talenti e terreno fertile di proposte creative e geniali intuizioni. La mostra, a ingresso libero, è legata a una iniziativa lodevole: una parte del ricavato dalla vendita delle opere, sarà devoluta ai progetti della Monica Cembrola for Art Foundation.

Raccontare un territorio in perenne evoluzione

layers of movement

L’Africa cambia, si muove, vive: raccontarlo non è semplice e, per la prima volta insieme nella capitale, Tsegaye e Legesse ne hanno mostrato il volto dal loro punto di vista, lasciando in ogni opera un pezzo di cuore. L’evento, in programma fino al prossimo 14 luglio, è stato realizzato grazie anche alla collaborazione di Monica Cembrola for Art Foundation e il patrocinio di AssoImmobiliare.

Due diversi punti di vista che si incontrano

A unificare due anime differenti ma unite dall’amore comune per il loro continente, ci ha pensato proprio la Cembrola, appassionata di arte ed estetica che dal 2015 ha un grande obiettivo con la sua fondazione. Ha deciso, infatti, di promuovere l’arte in tutte le sue forme e ha iniziato a finanziare borse di studio per artisti, in partenariato con l’Ecole Nationale des Beaux Arts di Parigi e con la collaborazione della Fine Art School di Addis Abeba. In questo caso, si tratta di un vero storytelling, con un punto di vista quasi cinematografico, che prende vita attraverso un racconto per immagini e opere d’arte. Narra la vita dei rifugiati e degli immigrati, del loro esilio, dei sogni, delle tradizioni, dei destini che si intrecciano. Sia Tsegaye che Legesse, vantano una serie notevole di partecipazioni a rassegne e mostre internazionali.

Curiosità

Michael Tsegaye  espone oggi nelle principali capitali artistiche internazionali, come New York, Parigi, Berlino e Madrid, e dal 22 giugno sarà uno dei protagonisti della mostra dedicata dal MAXXI all’arte africana contemporanea “Road to Justice”.

Legesse, invece, dopo aver rappresentato l’Etiopia alla 49esima Biennale di Venezia nel 2001, da tempo lavora in collettive e mostre monografiche nelle grandi città europee, africane ed americane. La Galleria Mizar, già Galleria Marino, si trova in via San Sebastianello 16B, (Piazza di Spagna) e vanta una grande esperienza nel settore espositivo, a partire dagli anni Sessanta a oggi. Pur mostrandosi attenta ai nuovi orientamenti del mercato artistico internazionale, punta sempre i riflettori anche sull’arte moderna e contemporanea italiana ed europea. Da Giorgio Morandi a Pablo Picasso, da Joan Mirò ad Alberto Burri.

Annunci

Rispondi