Lo spettacolo della PAN nel cielo di Roma

(ma l’Italia scelga una data unica per festeggiare la Patria)

Non dovrei dirlo, perché io le adoro. Passerei le giornate a vederle fluttuare fra le cupole e le tegole romane, pronte ad accendere i fumogeni e farmi esplodere l’adrenalina.

Oggi, 4 novembre 2015, addirittura 3 passaggi. Uno stamattina, sopra l’Altare della Patria

https://vine.co/v/eL70dAjQmMP/embed/simple?audio=1https://platform.vine.co/static/scripts/embed.js

Quindi un secondo ed un terzo intorno a mezzogiorno, sopra il Quirinale e poi subito di nuovo fino quasi a San Pietro, in una meravigliosa e lucente atmosfera.

secondo passaggio PAN su Roma per il 4 novembre 2015
Secondo passaggio della PAN su Roma per il 4 novembre 2015

Chiunque polemizzi sull’utilità delle Frecce Tricolori, semplicemente non possiede senso Estetico. Soprattutto con uno scenario come quello di Roma. Chiariamoci subito. (*)

Tuttavia le occasioni per vedere all’opera la P.A.N. (Pattuglia Acrobatica Nazionale) sui nostri tetti, non mancano, anzi abbondano. Forse perfino troppo.

Dal divieto assoluto d’apparizione durante il lungo e sinistro digiuno patriottico (per poi lagnarsi dei tricolori solo per la partita di pallone e del mutismo al momento dell’inno) siamo passati ad un continuo crescendo (cominciò Ciampi) fino all’indigestione odierna di cerimonie e ricorrenze storiche. Il risultato è che italiani e stranieri di passaggio sembrano visibilmente confusi. I romani, poi, consapevoli del caos quotidiano nel traffico, come sentono sfrecciare un caccia sulla testa, si chiedono: “Per cosa stanno a fa’ le prove? Che ce tocca domani?”.

In effetti, solo considerando quelle più “nazionali”, quante Feste d’Italia ci sono?

2 Giugno (1946): Festa della Repubblica (con parata militare);
4 Novembre (1918): Festa dell’Unità Nazionale (e Giornata delle Forze Armate);
25 Aprile (1945): Festa della Liberazione;
17 Marzo (1861): Anniversario dell’Unità Nazionale (Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera);
7 Gennaio (1797): Festa del Tricolore;

Io sarei dell’idea di limitarci a festeggiare una data, magari quella dell’Unificazione del 1861, per una questione meramente cronologica (da quel giorno di fatto, siamo, con diverse disavventure, una Nazione). Poi, certo, se le Frecce Tricolori volessero volteggiare anche per altre occasioni, io sarò il primo a godermi lo spettacolo.

*io sono quello della freccia (gialla)

Proprio sopra il sottoscritto...
Proprio sopra il sottoscritto…
Annunci